Cos’è Speleo Efficace?

 

Ciao, se non mi conosci sono Fabio Bollini, ideatore del Corso Speleo Efficace.

In questo spazio voglio condividere con te le più nascoste e potenti tecniche e strategie adottate dai più bravi speleologi in circolazione per meglio contrastare le situazioni più rognose delle grotte. Metodi ed espedienti che ho collaudato personalmente in più di 30 anni di attività.

Ho iniziato ad appassionarmi alle tecniche di grotta per la grande attrazione che ho nei confronti di questa disciplina, ma avendo sempre in testa un punto ben preciso:

Aiutare le persone a:

▪️muoversi con stile anche con poca o nessuna esperienza, automatizzando molti dei classici processi di progressione e facendo a questo modo la metà della fatica

▪️trasformare la visione della grotta da ambiente ostile a luogo confortevole, facendole sentire più a loro agio

▪️risolvere una volta per tutte il problema del poco tempo a disposizione per fare attività, sfruttando alcuni semplici concetti

La cosa più importante che voglio confidarti è che i risultati che ho ottenuto in questi anni di sperimentazione sul campo mi hanno permesso di creare un vero e proprio metodo, molto diverso da quello normalmente “utilizzato” o che viene spesso raccontato, e che mi ha permesso di vivere in prima persona esperienze molto più intense a 360 gradi.

Come avrai intuito qui non troverai come mettere un imbrago o superare un frazionamento, e neppure nessuna super affascinante tecnica da fare appeso a una corda.

Questo luogo rappresenta per me ciò che avrei sognato di trovare allora, quando ho iniziato a fare speleologia, e cioè un posto dove poter attingere, sbirciare, considerare, tutte le tecniche e le strategie più efficaci in grotta, quelle che hanno un impatto reale, conoscere le soluzioni più veloci, meno faticose e che avrebbero potuto aiutarmi ad esplorare al meglio il ventre delle montagne. Quindi, se hai voglia di crescere sotto questo aspetto sei nel posto giusto.

PS: Non mi piace parlarmi addosso, perciò se desideri avere qualche informazione in più su di me, ti rimando a una parte all’articolo della giornalista Milena Orlandi che ha riassunto molto bene alcuni tratti del mio percorso:

 

Milena Orlandi (Giornalista)

Prima di scrivere questo articolo ho lungamente osservato Fabio nelle sue passioni, trovando il suo approccio alla speleologia un po’ diverso e fuori dagli schemi, poiché incline a cambiare le regole del gioco e orientato ad una visione moderna ed evolutiva di questa disciplina. 

Fabio Bollini é uno esploratore seriale che affronta la vita fra grotte e montagne. Il suo temperamento avventuroso lo ha reso protagonista di molte esplorazioni ed exploit di successo fra cui:

  • Krubera (Caucaso) assieme agli amici Ucraini scende nell’agosto 2014 nella grotta più profonda al mondo a -2080 metri di profondità, e dove contribuirà a dare supporto logistico a due speleo-sub, fra cui il famoso Gennadiy Samokhin, l’unico e il solo uomo al mondo ad essere sceso fino all’incredibile profondità di 2199 metri – nella stessa grotta. La spedizione avrà successo con l’esplorazione del 3º sifone “Yantarny” a -1850 metri e la congiunzione dopo oltre 150 metri in immersione con un altro ramo della grotta.
  • Abisso Paolo Roversi (la grotta più profonda d’Italia, Alpi Apuane); sempre nel 2014 vede la sua partecipazione anche nell’esplorazione di questa grotta dove, assieme ad un gruppo di esploratori fra cui lo spelo-sub Luca Pedrali viene effettuato un nuovo record di profondità, portando la grotta a -1360 metri (nuovo record Italiano).
  • W Le Donne (Grigna); non poteva mancare all’appuntamento neppure nell’enorme “Complesso del Releccio Alfredo Bini” in cui nell’inverno 2011 fa parte della squadra di punta che assiste lo speleo-sub Davide Corengia nel superamento del sifone terminale a -1150. Sarà l’immersione più profonda effettuata sino a quel momento in Italia. Ma non é tutto, in quegli stessi giorni darà il suo contributo nel risolvere il difficile problema esplorativo proponendo alla squadra di svuotare il sifone tramite una pompa ad immersione (già collaudata da lui stesso nel progetto esplorativo GIANA EXPLORA appena concluso). Nell’inverno 2015 inoltre, assieme allo stesso team vengono raggiunti prima i -1260 e poi i -1313 metri, portando di fatto la grotta a 1ª cavità Italiana per profondità, considerando il dislivello dall’ingresso al fondo. Nel frattempo il progetto pompa va avanti e dopo alcuni anni per preparare il terreno, il 6 gennaio 2017, dopo 17 ore di pompaggio, il sifone viene finalmente svuotato e la squadra entra in enorme labirinto di gallerie freatiche e sprofondamenti a circa -1200 metri di profondità, dando così il via ad un esplorazione senza precedenti. Nell’estate 2017 invece esplora assieme alla sua squadra la Forra delle Femminucce, oltre sifone, raggiungendo un secondo importante fondo, a -1309 metri di profondità. 
  • Abisso del Dito (Grigna); Nell’autunno 2017 é in prima linea anche nell’esplorazione di un altra grotta, l’Abisso del Dito, dove dopo svariate punte si raggiungono i -850 metri.
  • Abisso Draghi Volanti (Alpi Apuane); in questa difficile grotta, una delle più dure dell’area, in coppia con l’inseparabile amico e compagno d’esplorazione Romeo Uries, dapprima riarma tutta la grotta, e poi mette insieme una squadra affiatata e supera entrambi i fondi, rimasti fino ad allora inviolati, compreso il complicato “passaggio dei salmoni”, ortando così il complesso a raggiungere i 900 metri di profondità, e scovando oltre due chilometri e mezzo di enormi gallerie freatiche, fra le più maestose della zona.
  • Giana Explora (Monte Catria); assieme all’amico e famoso speleo-sub Massimo Bollati, oltre ad un nutrito gruppo di speleologi provenienti da mezza Italia a dargli supporto, negli anni compresi fra il 2009/2011 dirige le operazioni di questa complessa esplorazione in “risorgente attiva” con tecniche idrauliche di svuotamento, arrivando ad affacciarsi dopo quasi due anni all’ 8º sifone della grotta, a oltre 450 metri dall’ingresso. Sarà una delle pochissime esplorazioni del genere mai portate avanti sino a quel momento su così tanti sifoni e utilizzando tecniche di questo tipo. Il progetto sarà anche un fulcro incredibile di idee, è qui infatti che verrà testato per la prima volta un nuovissimo sistema di comunicazione sotterranea via radio, successivamente utilizzato anche dal soccorso.
  • Abisso dei Giganti (Pian del Tivano, Lombardia); é l’autunno del 2017, quando assieme agli amici del Gruppo Speleologico Tivano, raggiunge attraverso una difficile arrampicata aerea, una grande galleria, dando così il via ad un avvincente esplorazione. Il complesso infatti ha una morfologia molto diversa rispetto alle grotte della zona, con sale ciclopiche ed enormi baratri che precipitano fino alla profondità di  350 metri. Ma le sorprese non sono terminate, a -300 infatti viene rinvenuto un incredibile sistema di antichissime gallerie fossili con enormi dune di sabbia bianca, da ricordare quella di un deserto.
  • Progetto Drenacrom (Monte Catria); é la primavera del 2017 quando da l’attacco ad una delle più impegnative grotte dell’Appennino centrale, Drenacrom. Questo abisso, che custodisce un grande segreto e che punta dritto al cuore di questo enorme massiccio calcareo non é nuovo per Fabio. Così, dopo aver messo assieme una forte squadra, averne disostruito i passaggi più difficoltosi e attrezzato un campo in profondità, inizia a montare una struttura per rendere più sicura la terribile frana terminale. Le esplorazioni sono tutt’ora in corso…
  • Non si può però parlare di Fabio senza menzionare i numerosi progetti esplorativi portati avanti come: Progetto Esplorazioni Massiccio del Catria; O.R.S.A.Organizzazione Ricerche Speleologiche Abruzzo– dove per circa 6 anni conduce indagini e ricerche sistematiche sul territorio e portando Nevera del Tratturello a divenire la grotta più profonda del Parco Nazionale d’Abruzzo. E ancora, CaninVrtglavica, il pozzo unico più profondo al mondo (Slovenia)- Oltre al suo infinito curriculum di grotte visitate.
  • Per due anni riveste il ruolo di Guida Speleologica e di Canyon, lavorando con la ditta individuale “Mountain Adventures“.
  • È fondatore nel 2004 del portale Cani Sciolti – Adventures and Exploring Team – (sito ora dismesso) ma dove in brevissimo tempo raccoglie circa un migliaio di iscritti e appassionati che lo seguono nelle sue imprese e in attività legate alla montagna, in primis fra tutti la Speleologia.
  • Definito da qualcuno il “cineasta degli abissi”, è vincitore di diversi festival, fra cui:
  • RÈUNION, L’ISOLA FLUTTUANTE: 1º classificato > Concorso Vette in Vista 2013 
  • UNA GROTTA DA RECORD: 1º classificato > Concorso Speleonotte  2012
  • ALLA FINE DEL MONDO (Krubera Expedition): 1º classificato Concorso Vette in Vista 2015
  • ALLA FINE DEL MONDO (Krubera Expedition): 2º premio “campana d’argento” Concorso Hells Bells Speleo Award 2015
  • Ma la sua passione non si limita alla sola speleologia, è fra i primi in Italia infatti a praticare il Canyoning, disciplina ormai esplosa da tempo anche nel nostro paese, dove scende oltre 200 itinerari fra Italia ed estero, l’Hydrospeed, con il quale scende da primo assieme alla sua squadra numerosissimi fiumi italiani. È promotore inoltre di numerosissimi viaggi avventura di Trekking, Mountain Bike, E-bike, ecc.
  • Si distingue inoltre anche nell’ Arrampicata Sportiva, dove realizza svariati itinerari, e grazie alla sua spasmodica ricerca di pareti rocciose in piena wilderness, attrezza fra gli aspri versanti del Monte Catria ben 4 itinerari di  500 metri (di cui uno in solitaria) e un incredibile e aereo percorso che diventerà ben presto uno dei più impegnativi e avventurosi del centro Italia, il Mati Trail.

 


Ami la speleologia? Ti interessa velocizzare il tuo processo di apprendimento sulle tecniche di grotta? Ecco allora una serie di risorse che ti consiglio:

Pagina Facebook

Vuoi essere sicuro di non perderti nulla? Bene, allora la pagina Facebook è gestita in maniera piuttosto rigorosa, per cui stanne certo troverai tutte le novità di Speleo Efficace, corsi, contenuti, recensioni, ecc.


Canale YouTube

 

Qui troverai invece tantissimi video gratuiti con trucchi, recensioni, consigli, riflessioni e strumenti sull’organizzazione o su tutto quello che rappresenta il mondo delle grotte. Dai subito uno sguardo e iscriviti al canale per non perderti tantissime informazioni interessanti.


Norme di comportamento

Sei entrato in uno spazio a cui tengo molto per cui vorrei darti alcune indicazioni che se chiarite in anticipo contribuiranno a far si che io e te potremo restare amici…

Livello Zero

Ciò che cerco di fare in questo spazio è “scambiare valore”, quindi se per caso sei arrivato qui credendo di sfogare le tue frustrazioni mentali con commenti idioti hai sbagliato fermata!

In sintesi, se sei uno sfigato”, o meglio ti comporti da tale, non ho niente da scambiare con te, per cui alla prima che fai ti banno alla velocità della luce!

Lo so, non sono gentile, ma non è mia intenzione piacere a tutti…

Livello 1

Se al contrario sei interessato agli argomenti, ne condividi i contenuti, crei interazioni intelligenti e contribuisci a portare il tuo punto di vista o meglio la tua esperienza, sei il benvenuto! Se hai domande, curiosità, fallo pure nei commenti. Vedrai che se dai un occhiata a tutti i contenuti troverai un sacco di spunti interessanti. Se desideri apprendere invece in maniera molto più intensa le più innovative tecniche di grotta e sei interessato al prossimo  Corso Speleo Efficace contattami pure senza problemi.

Livello 2

Se mi segui da un po’, abbiamo fatto delle cose assieme, ci conosciamo, o meglio ancora sei uno del gruppo”, non devo dirti molto, sono sicuro che non scriverai idiozie e contribuirai a far crescere questo canale. Ricordati inoltre che cazzeggiare è consentito ma nei limiti del buon senso.

Livello 3 – super gnocca –

Lascia perdere tutte le stronzate che ho scritto sopra, puoi dire più o meno quello che ti pare, il corso per te è gratis, ma soprattutto inviami i tuoi dati in privato.