Opinioni sul Corso Speleo Efficace

2ª EDIZIONE

Testimonianza di Michele (Kele) Tommasi

Nel vocabolario della Treccani possiamo trovare il significato della parola condividere. Dividere con altri, spartire insieme con altri, avere in comune con altri. 

Credo personalmente che gli organizzatori avessero questo in mente quando hanno ideato nel 2019 la prima edizione del corso Speleo Efficace. Gli amici Fabio Bollini e Pamela Romano hanno visto lungo accorgendosi, rendendosi conto, che molta parte della Speleologia Italiana, purtroppo è molto elitaria, divisiva, conformista, ipocrita e gelosa della proprie conoscenze. 

Condividere esperienze, passione, escamotage tecnici e logistici (la “presunta” banale preparazione di un sacco speleo, il suo trasporto), l’alimentazione più adatta a permanenze prolungate in ambiente ipogeo, lo strategico approntamento di un bivacco interno e la cura di abbigliarsi in modo opportuno per non incorrere in problematiche fisiologiche molto pericolose quali l’ipotermia. Come allenarsi. 

Da quaranta anni ho una grande passione per la Speleologia, per l’insegnamento delle tecniche di armo ed esplorazione, per la documentazione, per lo studio dei materiali speleo alpinistici. Una esperienza oserei direi con falsa modestia, discreta.

Sono convinto che non si abbia mai finito di imparare dagli altri, siano essi grandi docenti, siano essi allievi alla loro prima uscita in grotta. Quando si matura una buona esperienza è un vero piacere “condividerla” con amici che nutrono la mia stessa passione per la Speleologia. 

Ho accettato di buon grado l’invito di Fabio e Pamela a dare il mio piccolo contributo alla seconda edizione del corso Speleo Efficace. Ho da subito capito le costruttive finalità. Crescere collettivamente in conoscenza, in efficacia, in autostima, crescere insomma. 

Tutti dobbiamo protendere verso questo obiettivo, da speleo vetusti a principianti. La prevenzione dei contrattempi e degli incidenti in grotta è stata affrontata analizzando particolari situazioni verificatesi in passato, narrate per far capire ai partecipanti che la prudenza in grotta non è mai troppa e che la sottovalutazione del rischio è spessissimo deleteria e foriera di casini. 

Condividere, condividere e ancora condividere, questa la parola d’ordine del Corso Speleo Efficace 2020. La locazione dell’evento è stata lo splendido Arco di Fondarca a Pieia, nel cuore dell’Appennino Marchigiano. 

A questo luogo sono particolarmente legato perché proprio lì sono maturato tecnicamente e culturalmente nell’ambito di decine di corsi organizzati dalla Scuola Nazionale di Speleologia del CAI. Ho rivisto con emozione gli spit, che ho piantato a mano 35 anni orsono per superare in attraversata un grande tetto, che fatica, ma a 18 anni le fatiche non si sentono. 

Bando alle nostalgie del passato. Ben 65 partecipanti, relatori che hanno saputo illustrare “efficacemente”, ognuno col il proprio modus, le molteplici tematiche previste dal corso. 

Bellissima atmosfera di compartecipazione, di approfondimento, di curiosità verso nuovi materiali (gli amici di Teloni 2.0 con i loro sacchi personalizzati e i tecnici del Calzaturificio Gaibana con le loro ultime proposte nel mercato delle calzature speleologiche). 

Un mini raduno speleo insomma, con area attendamento, proiezione di filmati, fornitissimo stand gastronomico animato dall’amico Matteo Turci e dagli amici del Gruppo Speleologico Cai Forlì.

Tanti amici di vecchia data e nuovi assieme in amicizia, senza la presenza di egocentrici personaggi saccenti e super uomini che facciano sentire una merda il prossimo. Un’esperienza che ho trovato entusiasmante, sotto tutti i profili.

L’unico consiglio che mi permetto di dare a Fabio e Pamela e a quanti collaboreranno con loro alle prossime edizioni di Speleo Efficace è l’aggiunta di una mezza giornata, il venerdì pomeriggio, per inserire nuove tematiche nel corso e per approfondire argomenti specifici tra i quali suggerirei; utilizzo del Catasto Speleologico delle Grotte d’Italia, nuovi nodi, corretto utilizzo degli ancoraggi naturali ed artificiali in speleologia, etica. Arrivederci al 3° Corso Speleo Efficace 2021. Dove sarà? Una soffiata mi dice che sarà in un luogo meraviglioso!

Michele (Kele) Tommasi


Testimonianza di Barbara Radi Grillo

Gratificante weekend al meeting “Speleo Efficace” 2.0 organizzato da Fabio Bollini in una magica location antiCovid, la palestra di Fondarca alle pendici del Monte Nerone (Marche). Sono andata per pura curiosità convinta che c’è sempre qualcosa di cui imparare e che non si è mai “imparati” abbastanza nonostante la propria esperienza. E poi perché sapevo che sarebbe stata la prima ammucchiata speleo dopo la quarantena. Infatti è come avessi partecipato a un Likoff di due giorni, con meno alcool ma con alto livello di spirito Speleo. Ci siamo trovati in una cinquantina da tutta Italia e, Carramba che sorpresa, una dozzina pure dal Nord-Est! È stata quindi anche una occasione per stare con amici che non vedevo da tanto senza programmarlo. È stato un modo per condividere riflessioni e pensieri. Fabio ha messo in piedi un meeting con tanto di generatore di corrente, schermo, proiezioni, casse, buffet, per parlare di cose che si sanno, se uno va in grotta. Il merito di Fabio è averle strutturate, messe in ordine, scritte, animate e di farti pensare. Per due giorni sei lì che dici a te stesso “Ah questo lo faccio anche io, questo no ma lo proverò”. Alcune cose non le sapevo e sono buoni spunti. Più che corso lo chiamerei convegno, seminario con valore di aggiornamento. Altre cose le sapevo e ne ho apprezzato la volontà di organizzarle. Il tutto mai banale, mai noioso.

Consiglio vivamente a uno fresco di corso di partecipare alle prossime edizioni perché può essere un valido aiuto. L’attenzione all’aspetto emotivo dell’andare in grotta non viene attualmente considerata in nessun corso CAI e SSI, cosa che secondo me merita essere affrontato, viene dato troppo per scontato. In fin dei conti non lo dice Bollini, ben Badino nei suoi libri, o altri del suo calibro. Il merito di Fabio è averne colto i passaggi principali, metterci un po’ del suo, riportarne i pensieri per riflettere e (se uno non legge come me) è l’occasione per conoscere. Una ottima formula quindi.

La speleologia è uno sport molto mentale e lo sanno tutti, allora parliamone di più! Perché poi ti è d’aiuto sia in grotta che nella vita quotidiana. La gestione della paura, il corteggiamento della grotta, l’armonia con te stesso e l’ambiente, la gestione delle forze nella progressione… 

Durante il meeting si è parlato anche di materiali, alimentazione, tecnica, incidenti, del perché si va in grotta come scienza, dell’essenza dell’esplorazione. Abbiamo visto filmati come un cinema all’aperto, un raduno, al fresco…

Apprezzo il mondo speleo per come si sa adattare all’ambiente: ognuno si è portato la sedia, coperta, imbacuccati con triplici strati abbiamo sopportato un freddo becco per due giorni, abbiamo provato dal vero un po’ di ipotermia 😄, abbiamo consumato parte dei grassi della panza e del culo per stare là! Mi conforta sapere che le mie “mulze” e il mio culone servono per sopravvivere in grotta perché fatti da grassi buoni! E poi essere più consapevole che convivere con la grotta è questione di acqua, miele e relax mentale! 

Amo questo mondo dove tutto scorre normale, dove la psicosi Covid non è arrivata, dove stare insieme e condividere è inattaccabile dal coronavirus. L’allestimento serale per gli arrosticini di maiale ha creato l’atmosfera da raduno coordinato da un Teo capo squadra con lo schiavo e il rifinitore! Cuori caldi contro un freddo becco, poi la pioggia, noi duri e puri non ci ferma nessuno! 

Fondarca da subito mi ha suscitato curiosità, quando ho capito che si sarebbe realizzato il meeting là ho detto di sì subito come attratta magneticamente. Arrivata, ho sentito come se ci fossi già stata, la confondevo con un’altra palestra, non ricordavo, ma alzo gli occhi su quella parete verso l’arco da una particolare prospettiva e di colpo mi ricordo il mio primo traverso e primo spit e l’istruttore che mi stava sui cojoni 😄. Ero qui 19 anni fa, ecco perché sto posto mi attirava! Ormai son vecia e perdo la memoria, ricerco i posti per capire se li ho sognati! 

Abbiamo chiuso il meeting attorno al fuoco, respirando il calore speleo che rigenera mente e corpo.

Grazie a Fabio per l’invito e l’organizzazione. Mi è proprio piaciuto.


Testimonianza di Paride Placuzzi

La speleologia è per tutti? Sicuramente bisogna essere appassionati, ma bisogna anche conoscere le tecniche ed i metodi giusti che, se miscelati con una graduale esperienza la rendono più accessibile. Ma quali sono queste tecniche? Speleo efficace è senza presunzione alcuna un corso in grado di catturare l’interesse di neofiti (come me che pratico da appena un anno) e veterani utilizzando la condivisione come collante e mantra di apprendimento. Fabio Bollini in questi due giorni dà libero accesso al suo scrigno di esperienze personali mostrando tecniche e nozioni acquisiti da grandi maestri e da semplici allievi ingegnosamente appassionati, senza mai prediligere l’una o l’altra ma garantendo una visione d’insieme plasmabile da ogni individuo a favore delle proprie capacità e restrizioni. Nei due giorni di corso si alternano a Fabio esperti da ogni settore entusiasti nel condividere le più recenti scoperte e quelle in fase di evoluzione in modo tale da apprendere al meglio le grotte nella loro complessità, dalla formazione geologica alla biodiversità, all’alimentazione al suo interno , ai ritrovamenti archeologici e ovviamente alla sicurezza. Il tutto ospitato nella suggestiva zona dell’arco di Fondarca ai piedi del Monte Nerone per una due giorni indimenticabile! Il condividere si contrappone all’individualismo possessivo e alla competizione, uniti, mettendo in comune risorse e opinioni avremo certamente modo di apprendere al meglio quegli ambienti nascosti e così ostili da cui  abbiamo ancora molto da imparare sia come individui che come società civilizzata. Quello delle grotte è un mondo fantastico da esplorare, rispettare e preservare. Pienamente soddisfatto di questi due giorni di corso. Grazie Fabio!


Testimonianza di Marco Fochesato

Sono andato al corso dopo averne sentito molto parlare, ed ero curioso di vedere che tipo di corso fosse – e volevo inoltre conoscere di persona Fabio e Pamela. Entrambe le giornate sono state estremamente interessanti. I relatori ci hanno fornito molteplici e utili informazioni e la loro passione per l’argomento li ha resi capaci di catturare la generale attenzione – pure la mia, che sono solitamente poco prono all’ascoltare. Il posto è bellissimo e l’accoglienza da noi ricevuta trasudava ospitalità. Ci hanno servito due pranzi a buffet e ci hanno fatti sentire quasi di casa.Un’esperienza che consiglio a tutti gli amanti della speleologia.


Testimonianza di Extra Manuel

Tre spettacolari giornate dedicate alla speleologia grazie a Fabio Bollini e Pamela Romano che con grande professionalità e dedizione hanno riempito questi giorni di passione consigli e tecniche per affrontare la grotta sia “tecnicamente” ma assai più importante anche dentro ognuno di noi… Portare a conoscenza di molti segreti che questa bellissima passione nasconde… Storie di esplorazioni e di avventure risuonavano in questo magico luogo… Passione e amicizia  il (vino bono) ha fatto tutto il resto… Grandiiiiii…💪💪


Testimonianza di Mirco Puletti e Pina Potena 

In un angolo magico del Monte Nerone, dove generazioni di speleologi hanno appreso le prime tecniche di progressione, qualcosa di straordinario è accaduto. Circondati da un anfiteatro di roccia, decine di veterani della speleologia ci hanno raccontato il loro modo di vivere la grotta. Ci hanno svelato trucchi ed elargito consigli, mentre noi con gli occhi spalancati e desiderosi di sapere, non sentivamo neanche i brividi dell’autunno che entrava nelle ossa. Abbiamo imparato a tener a bada la paura, ad andar piano per esser veloce, a sentirci grotta. Sempre nel rispetto del nostro corpo, abbiamo appreso come nutrirci e come proteggerci dalla stanchezza. Un corso che ha acceso tante scintille che spero presto diventeranno fuochi. Grazie a Fabio, Pamela Romano e a tutti i relatori e partecipanti del corso. P.s Fabio Bollini… non vedo l’ora di rotolare il sacco in grotta 😂


Testimonianza di Marina Usova

Congresso Speleo Speleo efficace 2020. Pieia. In un posto molto insolito per questo tipo di incontro. L ‘anfiteatro delle grotte crollate un secolo fa e Fabio Bollini organizza un incontro con vere profondità sotterranee, grotte, grotte. Qui abbiamo sentito le cose più interessanti sulla ricerca sotterranea e sulla progressione, anche se non tutte profondità disponibili. Su come lo fanno e per cosa, rischio e disagio e come superarli. A proposito del compagno e della scuola di vita, seguendo semplici regole per essere efficace. Tutto molto armonioso ed eccitante. Fino al prossimo speleoefficace amici ❤️


Testimonianza di Gabriele Cancellieri

Lo scorso weekend ho partecipato al corso “Speleo Efficace”, questo occasione mi ha dato la possibilità di scoprire tantissime informazioni interessanti e utili, da mettere in pratica nelle mie attività sportive, ottima scelta della location (bellissimo), organizzazione perfetta, bella gente, bell’ambiente. Grazie di tutto!


Testimonianza di Giacomo Pilati

Mi viene la pelle d’oca se mi rivedo ancora lì, in mezzo a tanti Speleologi che ammiro fin da quando ho iniziato ad appassionarmi alle grotte. In un luogo magico che ha dato quel tocco in più a qualcosa che era già speciale. La quantità di nozioni, consigli, ed esperienze dirette divulgate in questi giorni sono state impressionanti per me, che pratico questa fantastica disciplina da pochi anni. Infatti forse l unica cosa che dal mio punto di vista avrebbe senso valutare sarebbe di aggiungere un altra giornata, così da suddividere le varie esposizioni e lasciando più tempo tra una e l altra solo per elaborare meglio tutte le nozioni che vengono esposte. Considerando infatti che sono tutti argomenti molto interessanti e che richiedono tempo per essere compresi fino in fondo. Per quel che riguarda la varietà di argomenti trattati anche lì sono rimasto affascinato da ogni esperienza portata dai relatori, partendo dai tuoi infiniti consigli e spunti per migliorarsi e vivere al meglio ogni uscita in grotta, all’ascoltare poi l immenso Marco Bani raccontarci la passione che accomuna tutti noi. Grazie per questi momenti che resteranno in me per sempre indelebili. Anche la dura e cruda esposizione di Michele credo abbia avuto un valore importante in questo contesto, per ricordare che essere qui ora e poter esplorare l’ignoto è una fortuna immensa che va rispettata ogni giorno portando la massima attenzioni in quei luoghi che per tutti noi speleonauti sono un rifugio. Per il resto non posso che ringraziare tutti i presenti per la bellissima esperienza di vita vissuta assieme. Alla prossima!


Testimonianza di Roberta Sperduti

Sabato e domenica ho avuto la fortuna di partecipare ad “EFFICACE” un meeting formativo su un argomento a me quasi sconosciuto: la speleologia! Come ci sono arrivata? Ho un amico speleologo, un “selvaggio” grande estimatore della natura che mi ha proposto di accompagnarlo. Arriviamo all’Arco di Fondarca, un posto di una bellezza disarmante sul Monte Nerone. Persone diversificate frequentano questi ambienti: famiglie, donne, uomini e ragazzi anche molto giovani, accomunati da una grande passione: la Speleologia. Ho ascoltato esperti speleologi parlare di tecniche e trucchi per sopravvivere al meglio in grotta, ho sentito testimonianze di vita, ma anche di morte da parte di “mostri sacri” della speleologia, ho mangiato e brindato con persone appena conosciute come se fossimo amici datati, ho condiviso con loro un falò notturno e del vino prima di dormire in tenda sotto ad una parete rocciosa bella da togliere il fiato. Ho preso la pioggia e raccolto la legna, ho creato con mezzi di fortuna e doni della natura una decorazione in macrame e l’ho lasciata su un albero vicino a dove avevo posizionato il mio letto sotto le stelle, perché mi piace lasciare un pezzetto di me ogni volta che un posto mi lascia un pezzetto di se’. Non posso parlare di speleologia della quale so poco o niente, ma posso parlare di chi questa disciplina la pratica, esseri umani dagli occhi brillanti, curiosi ed affabili, rispettosi di Madre Terra e assetati di ricerca e adrenalina. Nessuna inutile formalità, nessun pregiudizio, una immersione fuori da tutto. Perciò grazie Fabio, grazie speleologi e soprattutto grazie Manuel per avermi regalato questa adorabile fuga dal mondo che ahimè mi sta già rifagocitando.


Testimonianza di Lia Sisino

Grazie Fabio, il corso è piaciuto a tutti, siete veramente in gamba…. perché oltre a condividere il vostro sapere e le vostre esperienze fate anche sognare! Complimenti per i video, le foto e per tutta l’organizzazione…..un lavoraccio! Spero di rivedervi e salutami Pamela. PS : se mi servono info su libri e sui tuoi collaboratori che sono intervenuti! Mi hanno affascinato sia Marco Bani che lo Speleologo Soccorritore con i capelli bianchi, che si è fatto tutte le grotte del mondo e atterrava nelle carogne di animali🤮! Grandi Mi piace anche la tua capacità di riunire i grandi , di condividere e di confrontarsi! Pochissimi lo fanno! 😘


Testimonianza di Rubens Martino

Speleo Efficace 2020: Ero curioso di partecipare al corso… studiato nei dettagli, location formidabile e ottimi relatori. Contestualizzare il luogo con chi l’ha vissuto, esplorato è stato fantastico. Sottolineare e ribadire che nulla è mai scontato in grotta, che é necessario esserci con la testa prima che con il fisico credo sia stata una delle cose più giuste. L’esperienza come sempre insegna, discuterne da la possibilità ad altri di by-passare delle problematiche affrontate da chi, prima di te, ci è passato…


1ª EDIZIONE

 

Video prima edizione

 

Testimonianza di Leonardo Piccini

 

Testimonianza di Beatrice Corsale

 

Testimonianza di Nicolò Marino

Devo essere sincero: quando ho saputo di un corso che si fregiava del titolo “Speleo Efficace”, sono rimasto un po’ perplesso. Diciamo che a primo impatto, è venuto spontaneo chiedermi: “Efficace in che senso? Uno speleo, non è forse già efficace per il solo fatto di saper andare in grotta, rispetto a tutti i non addetti?”. Da quel momento, dall’alto della mia consueta diffidenza iniziale, mi metto alla ricerca di quante più informazioni possibili, fino a capire che io, quello speleo-efficace di nome Fabio Bollini, l’avevo già visto da qualche parte.

-Sì, ma dove? … trovato!- Avevo assistito ad una sua presentazione durante un raduno nazionale e mi ero documentato su alcune delle sue varie avventure.
-Va bene, ma il corso?- Il corso si proponeva di far diventare efficace il cosiddetto speleologo medio che si identifica in chi dedica poco tempo alla speleologia: “Speleo con poco tempo libero a disposizione, speleo non estremi che trovano qualche difficoltà nelle varie uscite, speleo che ogni tanto sbagliano a gestire alcune situazioni con un conseguente inutile dispendio energetico, speleo con molta voglia di crescere pur non potendo andare in grotta 3-4 volte a settimana”.

Se per la prima volta, un corso mi propone di insegnarmi alcune nozioni utili per la crescita tecnica e che non sia il solito mix di lezione su nodi, contro-nodi, manovre e altro, perché non provare? Prima però voglio sentire anche qualche altro parere. Parlo con alcuni amici speleo (già molto efficaci) e, sorpresa, partecipano anche loro perché “non è mai troppa l’efficacia, c’è sempre occasione di migliorarsi”. Bene, altro punto a favore. Mi convinco e faccio l’iscrizione (oltretutto costa pure poco), ponendo al contempo tre o quattro domande all’organizzatore. Credo che io non abbia nemmeno fatto in tempo a premere sul tasto “invia e-mail” che vengo immediatamente contattato telefonicamente proprio da Fabio per rispondere alle mie domande. Direi che intanto, come efficienza organizzativa, proprio niente male!

Con queste premesse ovviamente, l’attesa si è fatta carica di attese. Attese che però sono state disattese, NON perché non raggiunte ma perché il corso è andato sicuramente molto oltre ad esse! Wow! Questa cosa non capita proprio tutti i giorni. Nella bellezza di San Marino a fare da cornice, non pensavo che mi sarei ritrovato in una sala con quasi cinquanta persone provenienti da tutta Italia; ho anche rivisto alcuni amici, presenti lì nonostante la distanza fisica che li separa dal luogo.

Sin dall’inizio, notando l’impostazione non convenzionale, ho intuito che si sarebbe trattato di un fiume in piena, un fiume dal quale non difendersi ma nel quale tuffarsi, o meglio, per dirla alla speleo: “Un -1000 nel quale lanciarsi, senza lasciarsi intimorire dalla profondità”! Questo corso si è presentato subito chiaro e trasparente: nessuna bacchetta magica, nessuna formula chimica che ti fa diventare speleo dai super poteri; non si può diventare efficaci se uno non sa neppure come montare un discensore; è ovvio che un minimo di esperienza e di determinazione ci deve pur essere, anche perché queste ultime due non sono comunicabili.

Straordinaria è stata la quantità di elementi didattici forniti; mai sentite così tante soluzioni ai più disparati problemi in un unico corso. Gli argomenti, supportati e divulgati anche da altri eminenti speleologi a livello nazionale del calibro di Leonardo Piccini, spaziavano dal “come riuscire a portare un pacco di biscotti” al “come organizzare una spedizione di più giorni”, ad ancora “prevenire e combattere l’ipotermia in grotta” grande nemica degli speleologi, oppure “gestire al meglio il sacco”, “come creare un sistema per allenarsi a fare lunghe risalite, pur rimanendo in casa o in città”; e sono solamente alcune delle innumerevoli nozioni. Certo, come detto anche durante la presentazione, non si tratta della Bibbia, non tutto può essere universalmente adattato a tutti ma è proprio questo che rappresenta un ottimo punto di partenza per diventare uno speleo-efficace: il sapersi adattare e saper come trovare soluzioni alle più disparate situazioni che si possono verificare, non facendosi cogliere impreparati.

Devo dire che questo corso –ripeto- andato molto al di là delle attese, mi ha fornito degli ottimi spunti e nuove chiavi di lettura su tecniche e gestione delle situazioni in grotta; e mi hanno anche incuriosito a tal punto che… se non fosse stato perché il giorno dopo dovevo tornare a lavorare, quasi quasi sarei andato in grotta quella domenica sera stessa! In conclusione: ottimo corso, ottimo modo di presentazione degli argomenti, vivamente consigliato a chi abbia voglia di provare ad ampliare le proprie conoscenze e i propri orizzonti. Semmai ce ne fossero altri di approfondimento, sicuramente non esiterei a partecipare! Grazie Fabio!

N. M.


Testimonianza di Francesco Caprile

Recensisco con entusiasmo il corso “Speleo Efficace” di Fabio Bollini. L’offerta formativa, purché densa ed impegnativa, è stata di alto carattere innovativo, senza mai sovrapporsi agli elementi didattici già forniti dalle scuole CAI o SSI, ma completandoli in riferimento ad interlocutori specifici interessati in esplorazioni complesse ed agli elementi da considerare per renderle efficienti.
Fabio non ha presentato se stesso e la propria esperienza come “soluzione” alle problematiche variegate riscontrabili in progetti di alto impegno tecnico ed organizzativo; al contrario, ha condiviso una ricerca che ha portato avanti negli anni coinvolgendo anche i più validi speleologi italiani e stranieri disponibili a trasferire i loro “segreti”, e si è fatto collettore didattico di questo bagaglio condiviso rendendolo disponibile a coloro che sono intervenuti.
Addirittura alcuni di questi speleologi sono stati relatori diretti del corso, ma non solo loro, anche i partecipanti hanno potuto condividere metodologie sperimentate nei loro ambiti arricchendo la condivisione e l’efficacia del corso. Ne sono uscite idee davvero interessanti.
Personalmente, pur essendo stretto collaboratore di Fabio in diverse sue esplorazioni, sento di avere comunque acquisito informazioni che prima non avevo e sono contento di aver partecipato.
Spero in una successiva edizione perché, da come il corso è organizzato, mi aspetto ulteriori aggiornamenti e spunti che potrebbero rendere l’appuntamento interessantissimo anche a coloro che già hanno seguito l’edizione precedente.
Complimenti a Fabio Bollini e Pamela Romano


Testimonianza di Nicholas Novelli

Nonostante sia da poco più di un anno che mi sono calato nel mondo della Speleologia, ho deciso di partecipare ugualmente alla prima edizione del corso #speleoefficace , con la consapevolezza che gli argomenti trattati sarebbero stati materia per speleologi di un certo livello. Mi sono fatto vincere per l’ennesima volta dalla curiosità. Curiosità che non è per niente svanita a fine corso, anzi è aumentata in maniera spropositata. Ho trovato questo meeting utilissimo ed interessantissimo: dalla stabilità emotiva si è passati a consigli utili da mettere in pratica nella progressione in grotta; dall’alimentazione all’organizzazione di un bivacco, il tutto intervallato da simpatici, curiosi ed interessanti aneddoti condivisi da chi era presente. Il livello del corso è stato davvero molto alto, grazie soprattutto alla passione, all’impegno, alla preparazione e alla stoffa di Fabio Bollini , nonché agli interventi di Pamela Romano che ha valorizzato ancor di più la figura della donna nel mondo della Speleologia, all’esperienza smisurata e allo spessore di Leonardo Piccini e alla professionalità di Romeo Uries, Beatrice Corsale e Rino Bregani. Non solo un meeting sulla speleologia ma anche un’occasione per i presenti di condividere e discutere il bagaglio di esperienze derivato da tante avventure, per migliorare, ottimizzare tecnicamente se stessi ed essere di spunto ai presenti. Per non parlare delle fantastiche tecniche innovative venute fuori. In conclusione mi ritengo pienamente soddisfatto e…CI RIVEDREMO PIÙ CHE VOLENTIERI L’ANNO PROSSIMO!💪🏻#speleology #speleologia


Testimonianza di Luca Vicenzi

Corso veramente molto interessante!!! Un bravo a Fabio Bollini alla Pamela e a tutti i relatori. Il corso è stato un mix di spunti, aneddoti, espedienti e informazioni tecnico/pratiche veramente utili a chi pratica l’attività ipogea ma che soddisfano anche i soli curiosi ….. Unico piccolo aspetto da migliorare è considerare una pausa pranzo più lunga per far mangiare più di 50 persone…. 🤣 Alla prossima 🤙


Testimonianza di Francesca Onnis

Il corso Speleo Efficace è stato decisamente interessante. Gli argomenti trattati non erano per niente banali e sono stati affrontati in maniera seria e approfondita, con particolare cura per i dettagli. I relatori, hanno saputo trasmettere il loro impegno e la loro passione alla platea. Personalmente ho apprezzato molto tutte le lezioni, specialmente la lezione di alimentazione, ricca di consigli utili e la lezione di psicologia applicata alla speleologia, una questione che solitamente si tende a trascurare o che magari viene affrontata in maniera molto privata, non condivisa, ma che risulta essere determinante per poter vivere bene l’esperienza in grotta, sia con sé stessi che con i propri compagni. Il corso è stato proprio un momento importante di condivisione senza confini e senza etichette, di tecniche vecchie e nuove, di esperienze personali, di aneddoti, di suggerimenti pratici (soprattutto, ma non solo, per chi ha cominciato da pochi anni con la speleologia o per chi non ha ancora partecipato a campi interni avanzati), e di idee brillanti per trovare soluzioni a piccole e grandi difficoltà che tutti e tutte abbiamo incontrato, o che prima o poi incontreremo andando in grotta. Penso che la condivisione della conoscenza tra le persone che possiedono ancora l’entusiasmo per la scoperta e la capacità di sognare in grande, renda il mondo un posto migliore. Sono molto grata a Fabio e Pamela per aver avuto quest’idea e per aver dato a tutti quest’opportunità.


Testimonianza di Augusto Rossi

Un corso che apre una strada verso la speleologia del futuro. Parlare di, approccio psicologico, alimentazione, comunicazione e rispetto delle esigenze di chi esplora al femminile non era mai stato affrontato prima d’ora. un segno di emancipazione che mancava alla speleologia aimé ancora troppo macista. un corso al quale è inutile , quantomai superfluo confrontarlo con quanto offerto Cai e Ssi poiché è completamente diverso nell’ approccio e nel contenuto, quindi non in competizione. essere efficaci è risparmiare energie che vuol dire anche sicurezza nella progressione , e per farlo ci vuole metodo, questo è un po’ in sintesi quello che si è trasmesso nella due giorni sammarinese. Si sta aprendo una ” terza via” al mondo speleologico? Sicuramente c’è voglia di imparare e se chi insegna è anche chi esplora allora il corso ha funzionato.


Testimonianza di Nicolò Severini

Il primo corso speleo efficace tenuto da Fabio bollini, che a mio parere in Italia è l’esploratore numero 1 , è stato molto esaustivo perché ha approfondito temi molto importanti per uno speleologo, come l’alimentazione, la preparazione fisica e mentale; sicuramente un corso da fare per chi desidera una conoscenza a 360° di questo meraviglioso mondo!!


Testimonianza di Francesco Di Pasquale

lo consiglio perché in un paio di giornate senza fare mille corsi, ti danno i giusti spunti, idee, consigli soprattutto pratici di progressione super efficace riducendo al minimo tutti gli forzi inutili! Molto bella la parte di introduzione e quella relativa all’alimentazione. È bello vedere come tanti speleo anche già rodati per le mille esperienza si mettano sempre in gioco per capire ed imparare qualche trucchetto in più e confrontarsi tra loro! Le persone sempre aperte sono quelle danno sempre dei ottimi risultati perché riescono a prendere solo il meglio da tutto e non si fermano mai ai piccoli problemi! Se potete andateci che conoscete un sacco di gente e c’è sempre da imparare!!!


Testimonianza di Renato Placuzzi

Ho partecipato con curiosità e voglia di imparare al corso di Speleo Efficace, i risultati hanno superato ampiamente le aspettative e per la prima volta un corso teorico mi ha dato così tanto a livello pratico. questo weekend abbiamo fatto una puntata di due giorni in una grotta e ho cambiato radicalmente la gestione dei sacchi e di certi “piccoli particolari” che mi hanno fatto risparmiare tonnellate di energie, usato nelle risalite il POWER-UP, in abbinamento con il pantin, ma la prossima prova è di usarne due, la fatica scende notevolmente. Un grazie ancora a tutto lo staff di Speleo Efficace i consigli dati da chi pratica quello che ti consiglia è il metodo migliore e più affidabile


Testimonianza di Antonio Piazza

Bellissimo corso!! Si portano a casa bagagli formativi tecnici e umani, dettagli che fanno la differenza nelle esplorazioni speleo e nel lavoro di squadra. Grazie a Fabio Bollini e Pamela Romano.


Testimonianza di Riccardo Stacchini

Un bellissimo corso fuori dagli schemi.
Grande Fabio, tanta esperienza e umile condivisione da sempre.


Testimonianza di Alberto Rinaldi

Volevo fare i miei complimenti a Fabio e Pamela! Un corso fantastico! E grazie per avermi dato la possibilità di imparare veramente tanto! Veramente un corso di alto livello e organizzato molto bene! Tenendo conto, che una quantità così grande di informazioni , trucchi e nuove tecniche, non sia stato per nulla facile riuscire a passarcele, hai trovato il metodo efficace anche in questo! Un bagaglio impressionante di informazioni e spunti su cui lavorare, di momenti di condivisione, e dal mio punto di vista un potenziale impressionante per poter crescere!Sei una persona molto umile e questa cosa ti rende, prima di un grande SPELEO ,un grande UOMO! Sono intervenuti dei relatori che sono stati in grado di farci capire dei concetti per nulla semplici… ma sicuramente vincenti! Grazie! PS: una ho bisogno di iniziare a mettere in pratica quello che mi hanno spiegato e dal mio punto di vista un potenziale impressionante per poter crescere! Sono intervenuti dei relatori che sono stati in grado di farsi capire dei concetti per nulla semplice… Ma sicuramente vincente! Grazie! PS: ora ho bisogno di iniziare a mettere in pratica quello che mi hanno spiegato!


Testimonianza di Ninni Gallina

Mi dispiace non avere una foto anche con Pamela ma non penso che sia fondamentale la foto quanto l’esperienza realizzata da questi due ragazzi (miei coetanei) ma anni luce più avanti nella Speleologia. Voglio fare i complimenti a loro in maniera pubblica perché lo meritano davvero. Hanno dato luogo ad un evento per la Speleologia non un corso di I, II o III livello ma un corso esperienziale lo definirei, si perché c’è tanta esperienza in loro, tanta forza e soprattutto un’apertura mentale fortissima. Oggi torno a Trapani con un bagaglio più ampio perché sono riusciti a comunicare dei dettagli che a me mancavano e che spero possano essere trasferiti a tanti altri Speleo in tutta Italia. Quindi Fabio e Pamela riproponete il corso (in Sicilia magari) perché è davvero EFFICACE


Testimonianza di Luca Pieroni

Non solo corso… un focus su particolari che messi insieme e ripetuti fanno la differenza. Personaggi illustri ed esperti che hanno dato i loro consigli su progressione, materiali e cose indispensabili da portare sia nel breve periodo che nella gestione del campo. Non per ultimo l’aspetto psicologico, motore del corpo, che va ben oltre la corretta alimentazione pre durante e post grotta. Un plauso particolare a Leonardo Piccini, Fabio Bollini e Pamela Romano sia nelle informazioni che nella gestione del corso.


Testimonianza di Giovanni palombini

Oltre 50 persone ….SPELEO EFFICACE da tutta Italia a condividere l’esperienza di un straordinario speleo Fabio Bollini e la compagna Pamela ,Romeo ,Leonardo …….l’amicizia ,la passione e la condivisione…quando la speleologia unisce …..⚡️⚡️⚡️⚡️


Testimonianza di Leo Santoro

Speleo Efficace: Meeting per la Condivisione delle Esperienze in Grotta. Grazie a Fabio Bollini, a tutto il suo staff e agli speleo partecipanti.


Testimonianza di Simone Villotti

Grande giornata Speleo Efficace con Fabio Bollini


Testimonianza di Fabrizio Marincola

Caro Fabio e Pamela, è stato tutto perfetto! Dall’organizzazione alla location, dai docenti (tutti super) alla simpatia degli speleo partecipanti. Anche i famosi arrosticini di Teo hanno contribuito all’ottima riuscita dell’evento. Della pioggia e del brutto tempo ce ne siamo sbattuti alla grande, eravamo troppo interessati al resto. Non vedo l’ora di far rotolare il sacco russo in qualche meandro e trasportarlo come un cagnolino e poi, risalire con il Power Up….. ne vogliamo parlare….??? Na figata!! Un abbraccio


Testimonianza di Simone Fianchini

Speleo efficace é più di meeting persone fantastiche e un Fabio eccezionale capace di aprirti la mente e la voglia di esplorare nuovi orizzonti


Testimonianza di Giulio Franco Cotechini

Con enorme piacere Fabio, sei un professionista, come speleologo e lo sapevamo, ma, con grade soddisfazione abbiamo avuto il piacere di godere nelle due giornate, i vostri preziosi consigli; ma sopratutto far tesoro, apprendendo i vostri importanti insegnamenti: girando a noi, le vostre esperienze vissute e enormi fatiche abissali 😉 vissute con la vostra pelle, bravi davvero, siamo rimasti sorpresi dalla grande qualità del vostro corso: ma sopratutto la passione per prepararlo con quel pizzico di fantasia nel presentarci i vari temi trattati, con filmati di qualità e la grande padronanza come relatore!
Davvero Fabio, lo stavo raccondado ieri ad Annie, sono stato veramente contento di aver partecipato al primo corso di Speleo Efficace! Un doveroso ringraziamento! Voglio dirlo ai molti tecnici dei vari temi trattati della nostra meravigliosa disciplina.
DA PARTE DI UN ORMAI VECCHIO SPELEO:
GRAZIE RAGAZZI


Testimonianza di Elisa Ponti

A chi mi chiede “Perché sei stata al corso Speleo Efficace?” rispondo che nella vita come nella Speleologia bisogna avere un atteggiamento aperto alle idee, allo scambio, all’approfondimento. E poi me lo ha chiesto Zairo che con un vocale su wapp mi chiedeva “Si va al corso del Bollini assieme?” come potevo dire di no 😉
Quello che ho trovato è stato un corso molto denso di contenuti. Forse due giorni sono pochi perché per ogni tema, argomento trattato si animava subito un bel confronto fra i partecipanti e coloro che erano stati chiamati da Fabio e Pam, oltre loro stessi, a portare delle sintesi frutto della loro esperienza. Ma anche collage di opinioni ed esperienze di altri che non sono potuto essere presenti. Tra i partecipanti stessi c’erano speleologi di lungo corso che avevano tante cose da raccontare.
Quindi, oltre a suggerire la partecipazione a chi vuole confrontarsi con gli altri, in una prossima edizione mi permetto di suggerire alla Bollini&Romano s.p.a. di suddividere il corso in due we (o su tre giorni consecutivi) per poter usufruire al meglio di questo momento formativo e conviviale


Testimonianza di Aldo Tedeschi

Speleo Efficace è la dimostrazione che non è necessario che un corso duri un infinità per essere “Efficace”, in questi due giorni ho acquisito tecniche nuove e ricevuto conferme su altre che uso.
Veramente bravi e pazienti Fabio e Pamela, perché insegnare delle nuove tecniche a dei giovani non è facile, ma insegnarle a degli Speleo già esperti è un impresa😂😂
Ancora complimenti per l’organizzazione è un grazie anche a tutti i relatori!!!


Testimonianza di Claudio Bresolin

Ciao, volevo ringraziare te e tutti coloro che hanno relazionato per il corso, avete trattato temi interessantissimi e soprattutto riuscendo a trasmetterte un’infinità di informazioni, e cosa più importante condividendo ciò che avete appreso in anni e anni d’esperienza
Il power up una figata
Ti ringrazio ancora
Se riesci manda qualche foglio riassuntivo di trucchetti alimentazione e il resto.
Ciao Claudio

Testimonianza di Massimo Mambelli

Complimenti a Fabio Bollini e Pamela Romano per il corso speleo efficace tenuto lo scorso weekend a S. Marino. La speleologia è una attività che ha innumerevoli metodi di approccio, e quello che ho trovato in questo corso mira a perfezionare i molteplici singoli e più semplici dettagli per ottenere il massimo dei risultati nel miglior modo possibile. Cose che, molti, e io per primo, considerano banali e secondarie, risultano invece ciò che fanno la differenza, e i risultati prodotti parlano chiaro. Particolari che le didattiche trascurano, esperienze, errori commessi perchè no, tutto è stato messo sul tavolo a disposizione di tutti, con l’intenzione di prevenire problematiche o migliorare le conoscenze. Non smettiamo mai di imparare e un grosso grazie a organizzatori e relatori.


Testimonianza di Paolo Angelo Scremin

Per me è stato tutto interessantissimo. E come se noi andassimo a camminare in montagna e voi a scalare l’everest. La consiglierei a tutti gli speleo. Tanti agromenti diversi6e importanti grazie a voi. Non vedo l’ora di provare il tuo attrezzo nuovo. Noi oggi in grotta a portare i bambini di 4 elementare! Grazie ciao


Testimonianza di Fabrizio Buratta

Ciao Fabio, premesso che il corso mi è piaciuto ed è stato molto interessante e ben organizzato negli argomenti, il materiale , le dimostrazioni etc. Bravi davvero. Come ti avevo detto migliorerei qualcosa nel parlare del come affrontare meandri e strettoie. oltre al fatto della traiettoria e sul come portare la sacca , mi sarebbe piaciuto capire dal corso qualche nozione sulla progressione in quei meandri dove ti incastri per capirci , quelli difficili. Non è facile risparmiare energie ed andare spediti in questi casi. Ad esempio ricordo di aver faticato tanto in belusci ( zona marguareis ), escoriandomi ovunque nei suoi meandri stretti a ripetizione mentre i forti andavano lisci come l’olio e senza sbrindellare la tuta 🙂 – Approfitto per chiederti se è possibile scaricare le presentazioni delle lezioni. E spero di incontrarti per una punta e una pinta insieme. Saluti da Alessandria, la citta senza speleo 🙁